Skip links

MANGIARE SANO CON FANTASIA

CUCINARE SANO CON FANTASIA: MITO O REALTA'?

Molte persone hanno difficoltà a seguire le diete perchè hanno poca fantasia nel cucinare. Usano sempre gli stessi cibi e condimenti, cucinano sempre le stesse cose e faticano a sperimentare nuove ricette. Altri faticano a seguire la dieta perché pensano che mangiare sano impedisca loro di usare la maggior parte delle cotture o degli ingredienti e quindi stanno alla larga dai nutrizionisti per paura di non riuscire a seguire le istruzioni o perché pensano che si stancheranno presto.

Diciamocelo chiaro e tondo, per molti la dieta equivale a pollo alla piastra e insalatina, a fette biscottate e verdure al vapore.  

Ebbene devi sapere che nelle mie diete c’è una sezione dedicata al cucinare con fantasia. E’ possibile mangiare sano, o mangiare corretto, “da dieta” se così lo volete definire avendo gusto, sapore, soddisfazione e sostenibilità.

PERCHE SI PENSA CHE LA DIETA SIA TRISTE?

SCIENZA DELLA NUTRIZIONE

Sicuramente la dietetica classica ha le sue colpe. 

La scienza della nutrizione è una disciplina giovane, complessa che necessita di molta attenzione nell’uso delle informazioni da parte di chi le maneggia e che non è, soprattutto, una scienza esatta. 

Un tempo, agli albori di questa disciplina, l’approccio prevedeva una serie di divieti e di strette indicazioni riguardo la scelta di cibi, condimenti e preparazioni. Sicuramente questo portava le persone a dimagrire, e ci si rivolgeva ai dietologi appunto solo per quello, per dimagrire. 

Il problema era che nel tempo poi la maggior parte delle persone che erano dimagrite non riuscivano più a sostenere tutti quei divieti e finivano per stancarsi fino a tornare, molto spesso, alle precedenti abitudini alimentari, più saporite e soddisfacenti.

I poveri dietologi così erano visti come  i professionisti del rigore e della disciplina quasi dei tiranni. 

I MEDIA FANNO CONFUSIONE

Anche i media hanno fatto la loro parte, più dei dietologi che almeno lo facevano per un buon fine. I media hanno iniziato a parlare di dieta. Hanno iniziato a parlare di ciò che la scienza scopriva “fare bene” e “fare male”. Quel cibo è cattivo per la salute, non dovete mangiarlo, quello fa bene allora fa dimagrire. Una vera e propria confusione. 

L'INDUSTRIA ALIMENTARE "CATTIVA"

Infine l’industria alimentare ha dato il colpo di grazia, nel bene e soprattutto nel male. Facendo propri i messaggi che passavano dai primi studi scientifici e dai media, l’industria alimentare ha cavalcato, e tuttora cavalca, l’onda. Il burro fa male? Usa la margarina! I grassi fanno venire l’infarto? Allora eccoti l’olio di mais, che ti fa saltare la staccionata. Aspetta è l’olio di palma che fa male, non consumarlo! Dai prodotti light ai prodotti proteici è un continuo cambiare idea e produrre nuovi prodotti.  Non è per fortuna tutto così. L’industri alimentare italiana chiaramente cavalca l’onda, la moda, perchè deve vendere e spesso ci vende cose più che altro…inutili. Ad esempio molti dei cibi proteici.  

L'INDUSTRIA ALIMENTARE "BUONA"

Ma per fortuna ci vende anche prodotti utili, dal punto di vista della praticità, perchè una buona fetta di persone non vuole dimagrire, ma vuole stare bene ma per farlo alcuni cibi richiedono tempo nelle preparazioni e così l’industria sta davvero iniziando a proporre piatti e prodotti ottimi che ci risparmiano tempo ma badano anche alla nostra salute davvero. Sicuramente non è facile saperli scegliere se non si è addetti ai lavori, i primi tra tutti sono i piatti a base di legumi. 

SIGNORA CHE FA LA SPESA

LA DIETA NON E’ MANGIARE IN MODO TRISTE LA DIETA PERMETTE DI MANGIARE CON GUSTO

E’ possibile mangiare con gusto perchè la maggior parte delle preparazioni è fattibile anche di frequente, le altre, vanno solo moderate come frequenza. 

COTTURE SANE

Quindi si possono non solo grigliare i cibi, cuocerli a vapore, bollirli ma anche stufarli, passarli in padella, fare il soffritto, metterli al forno, gratinarli, usare le cotture lente, a pressione e anche la friggitrice ad aria. Quali cotture invece vanno limitare? Le fritture vere e proprie e per frittura si intende cibo in immersione nell’olio, magari con panatura, e tutte le cotture che prevedono grandi quantità di grassi che poi vengono consumati con la pietanza. 

CIBI CHE PENSI NON SI POSSANO CONSUMARE A DIETA

Anche per i cibi che si possono consumare a dieta non ci sono grandi divieti a dire il vero tutto è utilizzabile se si usano nelle giuste frequenze e quantità. Ovviamente la pasta e il pane non sono un problema (se qualcuno vi dice che lo sono allora cambiare nutrizionista) ma anche l’uso del burro può essere fatto di tanto in tanto. Molti mi chiedono se possono usare la passata di pomodoro, dal momento che è buona pensano non si possa!  Parliamo anche di salse. Maionese e salse varie spesso sono vietate. Ma parliamoci chiaro perché? Perché vietarle se possono dare sapore e soddisfazione? Di nuovo, basta usarle nel modo giusto, magari facendole in casa. Ad esempio una salsa allo yogurt permette di dare sapore a un’insalata che magari altrimenti non verrebbe consumata. Una maionese a volte si abbina bene a una pietanza e se fatta bene non da problemi, se non l’apporto calorico, ma la si userà al posto dell’olio.

Tutto insomma con le giuste quantità può funzionare.

PERCHE’ NON HAI FANTASIA?

A volte non si sa “fare la dieta” perchè non si ha poi fantasia. Non si ha fantasia nel cucinare non solo perchè non si sa che si possono usare alcuni cibi, ma soprattutto perchè si comprano sempre le stesse cose e gli stessi prodotti alimentari. 

Ecco che il momento della spesa diventa cruciale, stilare una lista, leggere le etichette, esplorare tra il banco frigo e gli scaffali anche prodotti che non si è abituati ad acquistare. A volte non si acquistano nuove verdure solo perché non si sa come cucinarle, e anche per il pesce dalle nostre parti vale la stessa cosa, e la scusa che si adduce è il non avere tempo.

IL TEMPO E' RELATIVO!

Il tempo quando non si sa fare qualcosa può sembrare tanto nella nostra immaginazione, ma in realtà nella pratica cucinare il pesce spesso richiede meno tempo della carne, e i legumi, che nella versione secca richiedono organizzazione e ore, adesso vengono venduti già semilavorati o sotto forma di prodotti finali preparati in mille modi, gustosi, dietetici e rispettosi della natura. Ma questo è un altro argomento, ne parleremo al prossimo articolo.

Apri WhatsApp!
Come posso aiutarti?
Ciao, come posso esserti utile?
Attiva
Trascina